Nessun commento

#Fiera dell’ #Elettronica 2019 all’ #AreaExp di #Cerea

FIERA ELETTRONICA DI CEREA Mostra-mercato con vendita diretta il 23 e 24 Marzo 2019.

Sabato 23 e Domenica 24 Marzo 2019 torna all’Area Exp l’appuntamento privilegiato per cercare, vedere e acquistare le ultime occasioni di elettronica e informatica: quattromila metri quadri dedicati all’elettronica, informatica, telefonia a prezzi da Outlet.

Con una superficie espositiva di oltre 12.000 mq, 230 stand e 1650 metri lineari espositivi la fiera si conferma come una delle prime 6 fiere dell’elettronica a livello nazionale , gli oltre 13.000 prodotti esposti garantiscono l’interesse di ogni visitatore.

Prodotti esposti: Elettronica, Informatica, Computer nuovi e usati, Stampanti periferiche e accessori PC, Cartucce inchiostri originali e compatibili, carte fotografiche, Radio apparati, Telefonia, Telefoni cellulari, Pad, Accessori, Cavetteria, Spinotteria, Radio d’epoca, CD-DVD, Lampade a risparmio energia, Illuminazione LED. www.fierelettronica.it


Orario continuato 9,00 ~ 18,30.

Parcheggio Gratuito. Fiera Elettronica di Cerea.
Biglietto intero € 9,00 
Ridotto € 7,00 
Over65, Studenti € 6,0

fonte: https://www.cittadiverona.it/eventi/fiera-dellelettronica-2019-allarea-exp-di-cerea/

Nessun commento

#Concerto del #pianista e #compositore #RobertoCacciapaglia al #TeatroFilarmonico

In questo evento unico e irripetibile Roberto Cacciapaglia presenterà i brani del doppio CD “Quarto Tempo – 10th Anniversary Deluxe Edition” in una versione totalmente inedita, utilizzando un sistema di trasmissione del suono e una tecnologia innovativa che espande i suoni del pianoforte nello spazio, portando alla luce e rendendo udibili i suoni armonici che normalmente l’o

recchio umano non riesce a percepire, quei suoni armonici che Pitagora definiva essenza dell’Universo. Sarà come se dal pianoforte raggi sonori si espandessero nello spazio circostante, creando un’esperienza di incanto, una relazione profonda tra ascoltatori e interpreti; Quarto Tempo, l’istante oltre passato, presente e futuro, dove convogliano le esperienze di esplorazione sonora e di presenza nel suono di tutta la lunga carriera del compositore.

Nelle parole del Maestro: “La musica può essere un ponte per toccare dimensioni intangibili e le vibrazioni sonore sono autostrade energetiche che ci permettono di comunicare. Questi software modernissimi lavorano sull’essenza e la natura del suono, ecco un caso in cui natura e tecnologia lavorano insieme, non sono in antitesi. Una bella indicazione per il futuro, non solo della musica…”Sarà anche l’occasione per ascoltare “Celestia”, brano utiizzato dal rapper statunitense T-Pain in “Second Chance (don’t back down)”, brano in cui Roberto Cacciapaglia è in veste di featuring e compositore con lo stesso T-Pain: una collaborazione che ha portato il pezzo a essere il più ascoltato dell’intero disco “Oblivion”, ultimissimo del rapper, e a essere uno dei più ascoltati al mondo su Spotify.

Durante il concerto sarà possibile ascoltare in prima assoluta due brani inediti del nuovissimo lavoro di Roberto Cacciapaglia, la cui uscita è prevista nella prima metà di aprile 2018.“Quarto Tempo – 10th Anniversary Deluxe Edition”, pubblicata il 24 novembre, è entrato subito al primo posto su iTunes Classic Italia, ottenendo grandi riscontri anche in Olanda, Francia e Usa.

Il doppio cd, oltre ai 12 brani originali registrati a Londra con la Royal Philharmonic Orchestra nel 2007, contiene le interpretazioni inedite per pianoforte solo di tutte le composizioni e una versione inedita di “The Boy who Dreamed Aeroplanes – Il ragazzo che sognava aeroplani”.Il nuovo album per piano solo vede la partecipazione di eccellenze dell’acustica, del suono e della registrazione: Pianoforte Steinway Grancoda della Collezione Fabbrini preparato e accordato da Sandro Chiara. Piano registrato con un sistema di ripresa composto da 14 microfoni da Michael Seberich.

Mixato in modo “naturale”, solo attraverso la ripresa dei microfoni e senza l’ausilio di alcun equalizzatore, da Gianpiero Dionigi, anche co-produttore del Cd.Per il Master, Roberto Cacciapaglia è tornato a Londra – patria simbolica di “Quarto Tempo” – agli Abbey Road Studios, tempio della musica senza confini di genere, e ha affidato questo lavoro a Andrew Walter, che ha lavorato, tra gli altri, per Rostropovich, Maria Callas, U2, The Beatles, Roger Waters, John Williams etc.Tutti i brani del lavoro, co-prodotto da Gianpiero Dionigi, sono scritti e prodotti da Roberto Cacciapaglia. Produttore esecutivo, Francesco Cattini.

fonte: https://www.cittadiverona.it/eventi/concerto-del-pianista-e-compositore-roberto-cacciapaglia-al-teatro-filarmonico

Nessun commento

#Walter – I #Boschi A #Nord del #Futuro al #TeatroCamploy

Il Teatro Camploy di Verona è uno dei teatri principali della città. Collocato in via Cantarane non distante da Porta Vescovo, la programmazione di questo splendido teatro è ogni anno più ricca e variegata.

All’interno del Teatro Camploy vengono proposti vari eventi: alcuni organizzati dal Comune di Verona come la rassegna delle compagnie amatoriali veronesi, il Premio Giorgio Totola , la rassegna L’Altro Teatro, mentre altri spettacoli sono presentati direttamente dalle varie associazioni culturali che affittano il teatro.

Il recupero architettonico e il conseguente utilizzo culturale del Camploy ha valorizzato un percorso della memoria urbana di Verona che ha visto l’edificio prima innalzato come Chiesa di S. Francesco D’Assisi, poi ospitare il collegio degli Artigianelli per poi divenire asilo notturno denominato Camploy. Il nome deriva da quello del suo donatore al Comune di Verona, vale a dire Giuseppe Camploy (1794 – 1890) che donò il suo cospicuo patrimonio al Comune di Verona a beneficio di tutti quanti gli indigenti che necessitassero di un ricovero per la notte. L’iter di realizzazione del Teatro Camploy è stato lungo e complesso, durato 16 anni, dal 1982 al 1998.

fonte: https://www.cittadiverona.it/eventi/walter-i-boschi-a-nord-del-futuro-al-teatro-camploy

Nessun commento

#Mostra #Mercato del #Disco e del #Fumetto da #Collezione a #Verona

TORNA L’EVENTO PIÙ ATTESO PER I COLLEZIONISTI DI DISCHI E FUMETTI

Domenica 10 marzo 2019, presso la Fiera di Verona si terra la fiera del disco e del fumetto usato e da collezione.

La manifestazione con ingresso continuato dalle 10:00 alle ore 19:00 è un occasione unica dove i cacciatori di dischi, cd, dvd, fumetti, giornalini etc…, potranno ritrovare le emozioni irripetibili dei vecchi dischi in vinile, vecchi albi e delle vecchie avventure e dove tutti gli appassionati di fumetti potranno vendere, acquistare o scambiare tutto quanto e mai stato prodotto. Alla mostra del disco e possibile trovare materiale che in grado di soddisfare il semplice ascoltatore o amante della buona musica ma anche il collezionista più esigente, alla ricerca del pezzo raro o della curiosità per completare o espandere la propria collezione.

In fiera sara infatti possibile scambiarevendere e acquistare:

• fumetti, libri, poster, album e figurine
• vinili, cdv e dvd

INFORMAZIONI E BIGLIETTI
Biglietto intero: 5,00 €
Biglietto ridotto: 4,00 €
Orario continuato dalle 10.00 alle 19.00

Scarica il volantino e ottieni 1 Euro di sconto sul biglietto d’ingresso

SCARICA VOLANTINO

MOSTRA MERCATO DEL DISCO
Gli amanti del rock più classico potranno trovare rarita di BeatlesRolling StonesLed ZeppelinU2Pink Floyd, o Bruce SpringsteenElvis Presley (in fondo, il Re del rock n roll e sempre lui!), Patti Smith e tanti altri. Di Elvis sono molto ricercati gli Extended Play (ovvero i 45 giri con piu di due canzoni) stampati nel nostro Paese tra la fine degli anni 50 e l’inizio dei 60. Del gruppo di Bono i primi singoli pubblicati nel 1978 e 1979 hanno raggiunto un elevata quotazione. I Beatles e i loro rivali Rolling Stones, nonostante abbiano una vasta discografia, hanno ancora dei pezzi molto ambiti soprattutto le incisioni realizzate agli inizi di carriera. Degli Zeppelin sono molto ricercate le stampe realizzate al di fuori dei confini inglesi e americani: le pubblicazioni originali del Paese del Sol Levante sono oggi croce e delizia di ogni collezionista!

Una folta schiera di fan del metal frequenta assiduamente la fiera: infatti alcune edizioni di mostri sacri dell’Hard e dell’Heavy come Metallica, Aerosmith, Iron Maiden e Manowar hanno raggiunto una ragguardevole quotazione.
Ultimamente però le ricerche di molti collezionisti si sono spostate verso sonorità particolari come le colonne sonore di film oscuri usciti tra la fine degli anni ’60 e la prima metà dei ’70 oppure i materiali utilizzati per sonorizzazioni di pubblicità e documentari fanno oggi la felicità di questi veri e propri ricercatori. Il genere, che alcuni definiscono lounge e altri più semplicemente pop, è caratterizzato da orchestrazioni, strumenti a fiato quali il flauto oppure il suono vellutato del Fender piano, batterie sincopate, il tutto a creare delle atmosfere molto particolari.
Alcuni nomi? Gruppi come Mirageman, Orchestra Cordara e McKarl quelli più altisonanti e ricercati; ma anche compositori come Pregadio, Bacalov, Piccioni e Trovajoli sono costantemente richiesti da molti appassionati.

La musica italiana fa la sua parte con i grandi classici come Lucio BattistiRenato Zero, Vasco Rossi (anche lui molto collezionato) e Zucchero. Di Battisti, oltre alle sue primissime incisioni (Per una lira e Luisa Rossi) sono molto richieste le incisioni in altre lingue (addirittura in francese e in tedesco oltre che spagnolo e inglese) tra tutti l album Unser freies lieder realizzato completamente in tedesco per il solo mercato teutone! Molto richieste anche le canzoni che Lucio ha composto per LauziPatty Pravo e Dik Dik oltre ai meno noti – ma non per questo meno interessanti – Balordi e Giuliana Valci. 

Vasco è molto ricercato per le sue collaborazioni con la Steve Rogers Band oppure nei singoli del cantante Valentino, dove partecipa come corista. Anche un singolo pubblicato alla fine degli anni ’70 a nome DJ Mandrillo e cantato da un certo Wasto è oggi diventato oggetto di culto, anche per il mistero che avvolge questo personaggio, che per molti altri non è che il rocker di Zocca.
In fatto di emissioni particolari, Zucchero ha un buon catalogo di promozionali, picture disc, edizioni limitate e altre particolarità. Soprattutto in questi ultimi anni, ogni suo uscita è accompagnata anche da gadget che sono diventati a tutti gli effetti veri e propri oggetti da collezione! E poi sono ricercati anche i brani che Zucchero compose agli inizi della sua carriera per Stefano Sani, SantaRosa, Michele Pecora e altri.

Altro genere che sta tornando alla ribalta prepotentemente è la new wave in tutte le sue sfaccettature: dark, punk rock, hard core, industrial… In ogni fiera ci sono diversi stand che espongono materiale di gruppi inglesi e americani ma anche europei, con un’attenzione particolare all’origine del movimento di fine anni ’70. Quindi accanto ai “classiconi” (ad esempio Ramones, Clash, Sex Pistols, Bauhaus, Dead Kennedys, Cure…) ci si può imbattere anche edizioni di nicchia, realizzate da piccole ma coraggiose etichette indipendenti in un numero ultra limitato di copie. Insomma tutto per completisti e nuovi adepti che si avvicinano ai suoni della nuova onda.
E poi ancora Pooh, Adriano Celentano, Who, Johnny Hallyday, Mina, Jimi Hendrix, Nomadi, Mia Martini, Queen, Fred Buscaglione, Frank Zappa, Police…

Insomma: buona caccia!


MAGGIORI INFORMAZIONI E CONTATTI

Associazione Culturale Kolosseo – Bologna
Tel. 051 19901432 – 328 0617960
Email: info@kolosseo.com
Web: www.kolosseo.com

fonte: https://www.cittadiverona.it/eventi/mostra-mercato-del-disco-e-del-fumetto-da-collezione-a-verona

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.